Come curare cani e gatti con l’ Aromaterapia.

oli essenziali per cani e gatti

L’ Aromaterapia consiste nel trattamento delle malattie mediante essenze, dette anche oli essenziali, che, a differenza degli oli classici, si volatilizzano al contatto con l’ aria e con il calore.

Le essenze sono estratte dai fiori, dalle foglie, dalle radici, dai frutti, dalle scorze e dal legno e si ottengono mediante distillazione in aromaterapia cani e gatticorrente di vapore.

E’ molto importante sapere che esse sono solubili negli oli, nell’ alcool a 90° e nell’ etere, ma non nell’ acqua.

Le proprietà terapeutiche degli oli essenziali non sono sempre le stesse delle piante dalle quali sono estratte: per esempio l’ essenza di limone, al contrario del suo succo, non contiene vitamina C.

Tutti gli oli essenziali posseggono un potere antisettico e disintossicante e consentono di tonificare e riequilibrare l’ organismo. Essi possono essere tranquillamente associati ad altre sostanze terapeutiche.

L’ azione antisettica e battericida delle essenze è dovuta alla loro composizione chimica ed in particolare al tenore di fenoli in esse contenuti.

Le essenze possono essere impiegate sole o in combinazione tra loro, quest’ ultima opzione accresce la loro efficacia (effetto di sinergia).

Ad esempio, la combinazione di essenze di origano e timo, che nell’ uomo viene utilizzata per prevenire l’ influenza, in cani e gatti, può essere utilizzata per il trattamento di malattie respiratorie virali (es. tosse dei canili); l’ eucalipto può essere impiegato per le affezioni respiratorie come bronchiti o tracheiti; il garofano disinfetta e cauterizza le lesioni dentarie; la combinazione di sandalo e ginepro è efficace per il trattamento delle cistiti ed altre affezioni genito-urinarie.

Questi sono solo alcuni esempi, ma gli oli essenziali si rivelano molto efficaci non solo sugli animali e sull’ uomo, bensì anche per la pulizia e disinfezione degli ambienti: in questo caso sarà sufficiente utilizzare un nebulizzatore o un diffusore di aromi.

In presenza di germi batterici gli oli essenziali agiscono in due modi:

  • come antibiotici, bloccando la proliferazione batterica;
  • modificando lo stato dell’ organismo che diviene così inadatto alla sopravvivenza dei germi.

I vantaggi dell’ Aromaterapia per il trattamento delle malattie infettive si possono riassumere in 3 punti:

  • a differenza degli antibiotici non diminuiscono di efficacia nei confronti dei germi con i quali entrano in contatto;
  • l’ aromaterapia non affatica l’ organismo e non è tossica;
  • le ferite trattate con gli olii essenziali non risultano così irritate come sarebbero se trattate con antibiotici classici.

Come già detto gli oli essenziali trovano largo impiego anche per disintossicare, tonificare e riequilibrare l’ organismo ed ogni essenza ha un proprio principio attivo che agisce su un determinato organo o una determinata funzione.

Gli oli essenziali che possono ostacolare lo sviluppo di determinati batteri vengono individuati per mezzo dell’ aromatogramma, test analogo dell’ antibiogramma, mettendo in coltura gli agenti infettivi responsabili della malattia. Questa coltura viene poi messa in contatto con dischetti impregnati con diversi oli essenziali per osservare quale è maggiormente capace di inibirne lo sviluppo microbico.

L’ Aromaterapia può essere somministrata a cani e gatti in diversi modi:

  • per via orale, tramite compresse o applicando alcune gocce direttamente sul cibo (es. un pezzo di carne);
  • attraverso la pelle con frizioni, bagni e pomate;
  • per inalazione o aerosol.

Gli oli essenziali penetrano molto rapidamente nell’ organismo e, anche se applicati sulla pelle, entrano nel sangue e nella linfa 3-4 ore dopo l’ applicazione. Come per le soluzioni omeopatiche la loro efficacia è massima quando vengono impiegati in piccole dosi o diluiti: un dosaggio eccessivo è quindi inutile, se non addirittura, in certi casi, pericoloso.

Per questo è sempre meglio affidarsi a persone esperte di Aromaterapia, sia per l’ individuazione dell’ olio essenziale appropriato che per il giusto dosaggio dello stesso.

L’ utilizzo della Mesoterapia in Medicina Veterinaria.

mesoterapia e agopuntura caneLa Mesoterapia è un metodo terapeutico che consiste nell’ iniettare, tramite micro-iniezioni, un medicamento, sia essoallopatico oppure omeopatico, in dosi ridottissime, il più vicino possibile all’ organo o all’ articolazione interessati dal processo patologico.

Gli studi effettuati hanno dimostrato che numerose iniezioni praticate in prossimità della zona malata hanno una efficacia terapeutica maggiore rispetto ad un’ unica e massiccia dose ipodermica o intramuscolare.

La possibilità di ottenere una eccellente efficacia anche a dosi bassissime permette di ridurre la tossicità dei medicamenti inoculati.

A questo va aggiunto il vantaggio derivante dal fatto che i preparati introdotti per via intradermica nell’ organismo passano nei tessuti più interni, diffondendosi molto poco nel sistema circolatorio, cosa che invece avviene nelle somministrazioni  intramuscolari.

La mesoterapia può essere utilizzata per quasi tutti i disturbi dell’ organismo, ma è particolarmente indicata nei seguenti casi:

  • patologie delle ossa e delle articolazioni come artrosi, displasia delle anche, reumatismi, dolore alla colonna vertebrale;
  • malattie digestive come gastriti, coliti, dolori addominali di vario genere;
  • malattie dell’ apparato genito-urinario come nefriti, cistiti;
  • affezioni respiratorie come rinofaringiti, bronchiti;
  • problemi cutanei come piodermiti ed alopecie (assenza di pelo circoscritta);
  • patologie del sistema nervoso.

Per praticare le iniezioni mesoterapiche i medici veterinari utilizzano la semplice siringa manuale oppure un apparecchio chiamato Den’ hub, perché gli animali mal tollerano il dolore che gli strumenti (iniettori multipli o dermo-jet) utilizzati in ambito umano provocano.

Il Den’hub permette di regolare la profondità di penetrazione dell’ ago e quindi di iniettare il prodotto esattamente nel

punto giusto, non provoca alcun dolore e non richiede la rasatura del pelo.

In mesoterapia la sostanza somministrata deve essere immediatamente attiva e non necessitare, dunque, di alcuna trasformazione metabolica. Ogni terapeuta generalmente ha le proprie preferenze circa i medicinali da adottare in base alla patologia da trattare.

La scelta si pone generalmente tra medicinali allopatici, omeopatici o fitoterapici. I Sérocytol® sono particolarmente adatti all’ impiego in mesoterapia.

Come nell’ uomo, così anche negli animali, le zone in cui viene praticata l’ iniezione sono: la parte dolente, la parte dove si trova la proiezione cutanea dell’ organo malato, i punti della sensibilità somatica del rachide, e i punti dove viene generalmente praticata l’ agopuntura.

Il numero delle sedute varia in base alla patologia ed alla risposta del cane al trattamento, che consiste, il più delle volte, in una seduta ogni quattro-cinque giorni, per poi passare ad una seduta settimanale, una ogni quindici giorni, fino ad arrivare al trattamento mensile.

Spesso il miglioramento clinico è apprezzabile nell’ immediato e rimane durevole nel tempo, ma a volte può accadere che ci voglia qualche seduta per iniziare a vedere i primi risultati.

Nelle prime sedute di mesoterapia è possibile il verificarsi di un effetto “paradosso” o di rimbalzo, che si manifesta con l’ acuirsi della sintomatologia, ma si tratta di una ricaduta temporanea che si risolve spontaneamente già dalle sedute successive.

La mesoterapia è una valida alternativa alle terapie farmacologiche che si diffondono a livello sistemico nell’ organismo e sta trovando, sempre più, largo impiego tra i medici veterinari.


468x60_IT_shk_log_110302

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: