L’ alimentazione del cane diabetico: una ricetta casalinga per Fido.

alimentazione cane diabete

Così come avviene nella medicina umana, la patologia del diabete nel cane, purtroppo, registra negli ultimi anni una preoccupante escalation, che ha portato gli specialisti della nutrizione ad approfondire e studiare nuovi piani alimentari in grado di far fronte a questo problema.

Si trovano, infatti, ormai, in commercio moltissimi prodotti, sia secchi che umidi, che rappresentano la giusta formula per l’ alimentazione di cani e gatti diabetici.

Le cause del diabete mellito sono molto varie e la maggior parte sono trattate per mezzo di iniezioni di insulina.

A questa cura occorre però aggiungere un regime alimentare molto rigido, con pasti ed orari fissi.

La razione alimentare del cane diabetico non deve mai essere eccessiva, poiché è importante lottare contro l’ obesità, già presente o suscettibile di prodursi.

Di base occorre tener presente che un apporto eccessivo di zuccheri, siano essi semplici (dolci) o composti (cereali), provoca un aumento della glicemia, che in un paziente diabetico, incapace di gestire questo incremento con la produzione di insulina, produce molto spesso dei danni ai reni, incaricati, questi ultimi, di eliminare gli eccessi di glucosio.

Lo scopo dell’ alimentazione per cani diabetici, non è tanto quello di sopprimere i glucidi, quanto quello di ripartirne gli apporti nel tempo, così che l’ organismo disponga costantemente di glucidi in leggera quantità e non con picchi massimi di breve durata.

Al contrario dei dolci, gli zuccheri lenti (pasta, riso, mais, fiocchi d’ avena), meglio se integrali, non accrescono il bisogno di insulina, non favoriscono la crescita di peso e non hanno l’inconveniente di creare una sensazione di fame subito dopo il pasto.

Gli zuccheri rapidi potranno essere utilizzati, in piccolissime dosi, in un cane con diabete, solamente nel caso di crisi ipoglicemica accertata tramite prelievo di sangue. In questo caso è preferibile utilizzare il miele (1 cucchiaino) perché, rispetto allo zucchero, ha un più basso indice glicemico.

Per quanto riguarda i grassi, in particolar modo quelli di origine animale, occorrerà ridurne considerevolmente l’ utilizzo nella dieta, poiché sono mal utilizzati dal diabetico.

Dovranno essere sostituiti da acidi grassi essenziali come gli olii vegetali o di pesce, ricchi di omega 3 ed omega 6.

L ‘alimentazione del cane diabetico deve essere altamente proteica affinché l’ organismo possa attingere energie dai comparti muscolari, senza inficiarne la funzionalità. Tali proteine dovranno essere le più nobili e digeribili possibili, come la carne di cavallo e le carni bianche.

Molto importante è l’utilizzo di alimenti a base di cellulosa (verdure e legumi) tenendo ben presente, però, che tutti i legumi contengono una sostanziosa quantità di glucidi. Il consumo di verdure è fondamentale sia per l’ apporto vitaminico che comporta, sia perché esse hanno un elevato potere saziante a fronte di un ridotto apporto calorico.

La dieta del cane diabetico può essere integrata con la Vitamina E che facilita la gestione dei grassi e con le Vitamine del gruppo B che contribuiscono al metabolismo del glucosio a livello cerebrale.

Entrambe queste vitamine inoltre svolgono una funzione protettiva a livello epatico, organo che corre il rischio di sovraccarico nei cani diabetici.

Dunque, ricapitolando, possiamo dire che la corretta alimentazione di un diabetico deve essere:

  • ricca di fibre contenute nelle verdure,
  • una giusta quota di glucidi, determinata in base al peso, all’ età ed allo stile di vita del cane,
  • un basso contenuto di grassi animali, sostituiti da oli vegetali e di pesce,
  • un sostanzioso apporto proteico, preferendo carni bianche,
  • ed una buona integrazione di Vitamine del gruppo B e di Vitamina E.

Inoltre, se il cane ha la tendenza a bere molto e ad urinare molto, al fine di eliminare il glucosio in eccesso, sarebbe buona regola integrare la sua dieta con l’ apporto di sali minerali.

Generalmente il cane diabetico consuma due pasti al giorno in corrispondenza o ad un’ ora di distanza dalle iniezioni di insulina, però in caso di attività fisica o comunque tra un pasto e l’altro è possibile somministrare degli spuntini piccoli a base di cereali (una fetta biscottata, o una parte di essa).

Comunque è di fondamentale importanza interagire con il Veterinario che ha in cura il cane, per qualsiasi particolare, al fine di evitare errori che si potrebbero rivelare fatali.

Nel caso di patologia diabetica è impossibile generalizzare, in quanto ogni cane necessita del proprio personale trattamento e piano alimentare, quindi, quelle trattate in questo articolo, rappresentano esclusivamente delle linee guida di dieta alimentare.

Per lo stesso principio, la seguente ricetta casalinga per cani diabetici, dovrà poi essere adattata alla condizione clinica, al peso, all’ età ed allo stile di vita del vostro cane:

  • 200 gr di fiocchi d’ avena e segale ammorbiditi in brodo vegetale per circa 20′ e poi cotti
  • 70 gr di carne di tacchino lessata (anche insieme ai fiocchi)
  • 150 gr di zucchine  (o qualsiasi verdura verde)
  • 1 cucchiaio di olio vegetale
  • lievito di birra (chiamato anche “fattore di tolleranza del glucosio”, utile nella gestione dello zucchero nel sangue).
Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Trackback: Una sfiziosa ricetta per i nostri amici cani e gatti. | Cani e Gatti on line
  2. mary
    Mag 09, 2016 @ 17:19:05

    per olio vegetale s’intende olio extra vergine d’oliva o semplicemente d’oliva?
    un altra domanda, il lievito in che quantità e se da preferire fresco o liofilizzato. grazie

    Mi piace

  3. caniegattionline
    Mag 09, 2016 @ 17:48:09

    L’olio extra vergine di oliva è sempre di una qualità superiore, ma è una valida alternativa anche quello di oliva. Per quanto riguarda il lievito di birra, quello secco fornisce circa la metà di calorie rispetto a quello fresco, e comunque deve essere ben dosato in base al peso del cane e preso dietro consiglio del medico curante sulla base della terapia insulinica.

    Mi piace

  4. sauro
    Lug 19, 2016 @ 15:41:09

    ciao volevo chiedervi se x un cane diabetico,e’possibile usare iken up,ed in quale quantita’,essendo il cane di circa 20 kg,grz

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: