Tanti Auguri di un Felice e Sereno 2016!

Buon Anno

Immagine

Lettera di un cane al padrone!

fedeltà del cane


Sport Donna 468x60

 

Caro Padrone,

Sono l’essere che dipende più da te al mondo, quello che vive per te e che nella vita vuole solo renderti felice e orgoglioso di avermi.

Sono il tuo cane.

Quando mi sveglio la mattina, la prima cosa che faccio è venire a vedere se sei sveglio anche tu così possiamo iniziare insieme la giornata.

Se sei un po’ distratto e non ti sei accorto che sarebbe bellissimo uscire subito, ti lecco i piedi, le mani, la faccia fino a che non sei sveglio e puoi comunicare con me.

Quando ti rivedo anche dopo poco poco, scodinzolo tantissimo, abbaio, salto, ti lecco per farti capire quanto sono felice di riabbracciarti.

Quando stai mangiando quelle cose meravigliose che sapete preparare voi umani, mi siedo di fronte a te, ti guardo con occhi imploranti, ti do la zampa, appoggio il muso sulla tua gamba – tutto questo solo per farti capire come sono felice di condividere le vostre squisitezze.

Quando hai voglia di stare per conto tuo, ma non sentirti solo, io mi metto vicino a te, ma non ti parlo così ti tengo compagnia senza disturbarti.

Quando hai voglia di uscire a fare quattro passi, io sono felicissimo di accompagnarti, anche se fuori piove, fa freddo, fa caldo, nevica… in altre parole, sempre.

Quando hai bisogno di rilassarti un po’, sono a tua disposizione per essere accarezzato – lo sapevi che accarezzare un cane fa benissimo?

Quando hai voglia di condividere qualcosa con qualcuno e non ci sono altri umani disponibili, io ci sono: un giro di shopping, un pezzetto di prosciutto, un pisolo sul divano, una camminata sulla spiaggia, un film, tutto quello che vuoi, io ci sono per te.

Quando hai bisogno di sentire che al mondo esistono ancora la bontà e l’innocenza, guardami.

Quando hai bisogno di sentirti amato, ricordati di me. Io ti amo tantissimo e penso che tu sia la persona più straordinaria al mondo.

Quando hai bisogno di essere distratto, ci sono io! Io sono sempre disponibile a fare qualcosa con te e sono contentissimo di poterlo fare.

Ti amo tantissimo.

Ti seguo ovunque.

Mi adatto alla tua vita pur di stare con te.

Ti consolo se sei triste.

Ti rilasso se sei stanco.

Ti accolgo come nessun altro al mondo.

Sono pronto a fare tutto per te e con te.

Vivo per te e per renderti felice.

Sono il tuo cane, unico, inimitabile e irripetibile.

Chi non ha mai vissuto con un animale non sa….

amore cani e gatti

Chi non ha mai vissuto con un animale non potrà mai capire cosa vuol dire incrociare due occhi che ti sorridono proprio nel momento in cui cercavi complicità.

Non saprà mai che, anche nei tramonti colmi di malinconia, ci sarà qualcuno che capirà i tuoi silenzi.

Chi non ha vissuto con un animale non conosce la soddisfazione di vedere quattro zampe che ti riportano indietro un bastoncino, la musica soave di un concerto di fusa, le risate per delle facce così buffe…il calore di un muso che ti sfiora, con la forza di un abbraccio.

Chi non ha mai vissuto con un animale crederà pazzi tutti quelli che parleranno con loro, eppure non avrà mai la possibilità di essere ascoltato e non giudicato.

Probabilmente chi non vive con un animale non avrà mai la casa sporca e vestiti pieni di peli, sarà libero da orari di pappe e passeggiate, potrà entrare in ogni luogo e avrà più soldi nel portafogli…

…ma non saprà mai dare un significato così puro e perfetto alla parola AMICIZIA.

Er cane e la Luna – Trilussa

poesie cani Trilussa

 

C’era ‘na vorta un Cane, in mezzo a un vicolo,
che abbajava a la Luna.

Passò un Gatto:
– Lascila perde – disse – che t’ha fatto?
Perché te guarda? Quanto sei ridicolo!

La Luna guarda tutti, ma nun bada,
a quelli che s’ammazzeno pe strada.

***

– E pe questo ce sformo! – disse er Cane –
In mezzo a tante infamie e tanti guai,
ècchela lì!

Nun s’è cambiata mai
e rimane impassibbile, rimane…

Me piacerebbe ch’aggriggiasse er naso,
che stralunasse l’occhi …. Nun c’è caso!

 

***

– Perché ‘ste cose qui l’ha viste spesso:
– rispose er Gatto – er monno è sempre quello.

Quanno Caino sbudellò er fratello
la Luna rise tale e quale adesso:

ha riso sempre e riderà perfino
si un giorno Abbele scannerà Caino.

 

Trilussa –  poeta, scrittore e giornalista italiano, noto per le sue composizioni in dialetto romanesco

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: